nichivendola - 2013

Lavoro

La modernizzazione della formazione professionale continuerà attraverso la principale riforma strutturale: la verifica e la revisione delle norme di legge che regolano l’accreditamento degli enti e dei centri di formazione.
Bisognerà riorganizzare il settore a partire dalla qualità e definire criteri che consentano agli utenti dei corsi di interfacciarsi con il mondo del lavoro e di valorizzare la propria preparazione.
Continueremo a sostenere e incentivare l’alta formazione rivolta ai ragazzi ed alle ragazze pugliesi per accompagnarli dopo la laurea.
La ricerca, il dottorato, il master, l’investimento in formazione e ricerca, sono elementi indispensabili per il futuro della Puglia, per evitare la fuga dei cervelli, per creare le condizioni perché una generazione in formazione torni a lavorare in Puglia, per fornire all’economia quell’apporto necessario a reggere la sfida della globalizzazione. È giusto che la Regione continui a farsene carico, alleggerendo le famiglie dalle ingenti spese finanziarie.
Formazione ed istruzione viaggiano sempre più di pari passo. La Regione è già intervenuta sia con l’obbligo formativo che con il progetto “Diritti a scuola”, operando contro la dispersione scolastica e contro il taglio di cattedre e di personale nella scuola pubblica.
Continueremo nei prossimi anni con la massima attenzione e con nuovi provvedimenti perché la scuola è uno dei presìdi della nostra civiltà e da essa dipende in gran parte il futuro della Puglia.

15 Contributi (Positivo Positivo - Negativo Negativo - Proposta Proposta)

  1. PositivoAutore: Claudio. Data: 15 Marzo 2010 - 1:18   

    Gentilissimo Presidente,
    per la formazione si potrebbero organizzare Corsi di Formazioni in linguaggi di programmazione come Java, Dba Oracle,ecc… figure professionali molto richieste ma per cui bisogna avere una accurata formazione, cosa che la regione potrebbe finanziare, per incentivare l’occupazione nel settore informatico.Il mondo va avanti noi non dobbiamo restare indietro!!!
    Distinti Saluti
    Claudio

  2. PropostaAutore: anna lisa. Data: 16 Marzo 2010 - 19:59   

    Spero vengano considerati tutti i dottorandi PUGLIESI SENZA BORSA che lavorano e operano in PUGLIA ma che non hanno universita’pugliesi come enti di riferimento, per cui sono doppiamente svantaggiati….

  3. PositivoAutore: DOMENICO CIRASOLE. Data: 16 Marzo 2010 - 20:03   

    -LAVORO per tutti, e lavoro per vivere.
    -Indicizzare i redditi, a prima dell’euro, e solo dopo avviare, un costante aggiustamento dei redditi sulla base dell’inflazione.
    -TUTTI DEVONO AVERE UN’ENTE SOCIALE (non schierato) che deve contrattare e lottare per i diritti della classe. QUANTE NUOVE FIGURE SENZA NESSUNA CONTRATTAZIONE COLLETTIVA che sono i nuovi poveri, con un lavoro.
    PROFESSIONALITA REMUNERATA, e solo quella.
    Ma il tema è rovente, e berlusconi ha fatto il resto.

  4. PositivoAutore: lorenzo da Brindisi. Data: 16 Marzo 2010 - 20:11   

    ciao Nichi,qui ti stiamo facendo tanta pubblicità.ma non per una questione di mera politica ma perchè rappresenti un vero possibile cambiamento.non sò se hai avuto la possibilità di vedere la trasmissione “presa diretta” domenica 7 marzo sera rai3.In germania hanno creato 750.000 nuovi posti di lavoro con l’innovazione .ambiente&innovazione sono un binomio vincente ma bisogna combattere il vecchio(carbone,amianto,ecc.)bloccare il nuovo non nuovo(nucleare,rigassificatori,ecc.) e dare nuove opportunità di lavoro con l’innovazione che già esistono.es.marciapiedi che producono energia con il movimento continuo,eolico,tantissimo altro basta vedere in Olanda,svezzia,danimarca.Un Abbraccio Lorenzo Brindisi per la puglia migliore grazie anche a te.

  5. PositivoAutore: Angelica. Data: 16 Marzo 2010 - 21:36   

    Si certo. Mi auguro anche che si cominci a mettere in pratica il tanto utopico concetto di MERITOCRAZIA. Bisogna fare in modo che comportamenti o politiche antiquate vengano debellate una volta per tutte, a favore di politiche/comportamenti moderni e trasparenti che permettano a tutti (indipendentemente dalla razza e dall’estrazione sociale ) di avere delle opportunità, che non si creino insomma le solite “cricche”. Perchè mi girano parecchio le scatole il sapere, e vedere, che si trova più facilmente lavoro dopo la formazione (scuola, università, master, ecc.) se si hanno le “chiavi” giuste (leggasi: se si hanno le conoscenze, meglio ancora, le parentele giuste). Basta andare all’università stessa (e non solo) per accorgesene. Perchè se no, poi non vi lamentate se i non figli di papà preferiscono emigrare e restarci anche a vita nella nuova patria adottiva.

  6. PropostaAutore: Luigi Boccaccio. Data: 22 Marzo 2010 - 23:18   

    Sono un Pugliese di 28 anni, ho studiato e svolto esperienze lavorative in altre regioni italiane e all’estero. Laura, dottorato, stage presso la Commissione Europea, lavoro a livello internazionale e tra poco anche un corso di formazione superiore.

    Il mio sogno è tornare in Puglia e contribuire con la mia professionalità e con le mie capacità alla crescita della mia regione. Purtroppo questo mi risulta difficile, perché mi mancano gli “agganci” per potermi affermare da subito in Puglia. Sono convinto che questo sogno e questi problemi siano condivisi da molti altri che si trovano nella mia condizione.

    Proporrei di istituire una borsa che copra un tirocinio di 12 mesi presso un’impresa o ente pubblico con sede in Puglia, una borsa per permettere il rientro dei “cervelli” pugliesi e il loro reinserimento nel tessuto lavorativo regionale.

  7. PositivoAutore: pugliese. Data: 25 Marzo 2010 - 11:57   

    Sarebbe utile che le università pugliesi, o enti di formazione organizzino corsi sulle opportunità dell’energia alternativa, in particolare come si costruiscono business plan efficaci, e come reperire informazioni per redigere piani di fattibilità su impianti fotovoltaici, eolici, biomasse, etc,.. (autorizzazioni, costi/ricavi, normativa fiscale, etc) personalmente vorrei approfondire queste tematiche per poter propormi come professionista valido alle imprese, privati o enti, dal momento che vedo che tante persone si improvvisano, con il rischio di non fornire una consulenza efficace… trovo difficoltà a trovare corsi validi/e a prezzi giusti… la regione dovrebbe finanziare corsi che rispondano alle esigenze attuali del mercato del lavoro, e non semplicente fornire borse di studio, perchè il rischio è quello di formare figure con laurea, master ma che non hanno un collocamento sulla base delle esigenze del mercato del lavoro; Dovrebbe fare degli studi sul mercato del lavoro (imprese presenti nel territorio, richieste e figure professionali essenti).

  8. PositivoAutore: mariella. Data: 31 Marzo 2010 - 12:38   

    porre fine al precariato - dopo la formazione si passi all’assunzione a tempo indeterminato

  9. PropostaAutore: giovanni filograno. Data: 1 Aprile 2010 - 6:57   

    caro Presidente, prima di tutto i miei auguri di cuore per il nuovo mandato.
    Sono un dottorando di ricerca senza borsa, mi sto occupando dello studio ed analisi della linea di riva di un tratto di costa pugliese.
    dato che la costa è una delle risorse della nostra regione, indipendentemente da chi cerca di studiarla e magari tutelarla (ho quasi cooncluso il mio percorso) penso che sarebbe utile continuare i monitoraggi, visto che le attrezzature che servono sono state già acquistate.
    sarebbe uno spreco lasciare in balia delle onde questo materiale acquistato anche con soldi regionali.

  10. NegativoAutore: piero. Data: 5 Aprile 2010 - 16:08   

    caro presidente ,prima di tutto,i miei auguri per la tua rielezione.l’argomento lavoro è il nostro problema quotidiano,specialmente quando sono coinvolti i nostri bamboccioni,non credo sia la massima aspirazione per un laureato lavorare in un call-center eppure si accontentano.ma non si fa in tempo ad assaporare i primi stipendi ,che gia si parla di licenziamenti vedi TELEPERFORMANCE DI TARANTO.Presidente i giovani di taranto e provincia credono in te .

  11. PositivoAutore: GIANNA. Data: 21 Aprile 2010 - 17:06   

    BISOGNEREBBE DARE LA POSSIBLITA’ DI TROVARE UN LAVORO,… IO HO 30 ANNI, SONO UNA DONNA, E CREDO DI ESSERE ORMAI FUORI DAL MERCATO DEL LAVORO,.. COSA MI RIMANE DA FARE?

  12. PropostaAutore: ANGELA VIVIANA MAZZEI. Data: 22 Aprile 2010 - 11:05   

    io propongo, dato che già lavoro non c’è……..
    più controlli per tutte quelle aziende che si improvvisano tali, che metytono annunci che ti lasciano sperare e una volta che ti presenti al tanto atteso colloquio……ti propongono tutt’altro…MAGGIORI CONTROLLI……………..

  13. PositivoAutore: MAX. Data: 27 Aprile 2010 - 11:22   

    Presidente.

    Le pare normale che a Teleperformance abbiano ricevuto fiumi di soldi, ricavati dalle tasse di tutti, anche le nostre, anche le vostre, in pratica per almeno un anno abbiamo pagato NOI per lavorare a Teleperformance?

    Le pare normale che, con tutto questo ci sia ancora qualcuno che a livello politico non capisca, quando l’essenza del fare politica è il guardare un metro più in la degli altri?

    Le pare normale che dopo due anni di angoscia ne siano seguiti altri due di costanti vessazioni e che, come schiaffo finale, nel comunicato che annuncia la mobilità si accusa peraltro noi di essere dei lavativi ? E i bonus ricevuti dai committenti chi li ha guadagnati, il mago Galbusera?

    L’azienda punta a riprecarizzare, tutti e subito. Le sembra legittimo e opportuno che in puglia si continui a fare impresa così?

    Penso che Lei abbia idea di cosa significhi per una città avere 1700 stipendi in meno:

    -meno consumi, ripercussioni sul commercio

    -meno contribuzione fiscale e previdenziale, ripercussioni sui conti pubblici

    -disagio, povertà: qui non si tratta di avere un cellulare nuovo, qui si tratta di mangiare e avere un tetto sulla testa; ha un’ idea della valanga di intimazioni al rientro di mutui, finanziamenti, utenze, che si traducono in pignoramenti, sequestro di conti correnti, ricorsi amministrativi?

    LA GUERRA CIVILE E’ UN PROBLEMA POLITICO O UN RISCHIO CALCOLATO?

    Noi il 30 scioperiamo, ed in tanti, per dare forza alle iniziative che la sua Giunta, spero, vorrà adottare. La vorremmo accanto a noi.

    Chi entra è un crumiro, e un lecchino!
    Max, operatore Teleperformance taranto.

  14. PositivoAutore: silvia. Data: 4 Maggio 2010 - 19:31   

    Carissimo Niki, innanzitutto auguri e complimenti per il rinnovo del tuo incarico, sono una delle tante colleghe che dal maggio 2009, è stata stabilizzata nella ausl di brindisi dopo ben 15 anni di precariato GRAZIE A TE e al tuo impegno! Ti scrivo perchè, per motivi a me molto ma molto vicini, lo scorso anno ho avuto modo di avere tra le mani, l’ elenco (che chiunque può richiedere presso l’ex ufficio di collocamento) delle aziende della mia città e provincia, che non sono ancora in regola con le assunzioni dei lavoratori iscritti nelle liste speciali e per tanto ancora vacanti. Vorrei quindi suggerirti, visto il tuo impegno anche e forse ancor di più ora, in tal senso, di verificare il RISPETTO di TALI OBBLIGHI di LEGGE di codeste aziende in tempi brevi, e controllare soprattutto il buon fine di tali assunzioni (contratti a tempo indeterminato) che spesso si concludono con licenziamenti al secondo rinnovo a T:D. un abbraccio e… inboccalupo!!!!

  15. NegativoAutore: Maddalena. Data: 21 Maggio 2010 - 9:23   

    Egregio Presidente,
    sono una insegnante elementare che, dopo otto anni di attesa per un incarico, andando contro le tendenze , ha fatto la valigia ed è partita per quel posto di lavoro tanto sognato. Sono partita lasciando tutti e tutto, rinunciando ad una vita “normale”… Dopo poco tempo ho portato con me a Brescia i miei due bambini, da sola, senza nessuno che mi aiutasse ho lottato per andare avanti e conquistare la libertà di lavorare per me, per i miei figli e mio marito che è rimasto in Puglia a lavorare. Ora siamo a Pordenone, sono entrata in ruolo dopo sette anni e vedendo mio marito solo quattro giorni al mese. Dopo tutti questi sacrifici speravo di tornare con i miei figli a casa, da mio marito, invece i sindacati mi hanno riferito che non c’è speranza per un trasferimento, Con la crisi che ha attraversato tutti i settori economici non c’è speranza che lui trovi un lavoro qui, soprattutto a 46 anni. Penso che non sia giusto che la nostra famiglia possa ricongiungersi…. Oramai penso che per noi non ci siano più speranze e sto odiando quella Terra che mi ha dato i natali e poi mi ha abbandonato…. Quale futuro per noi? Io la seguo e la stimo perchè ha saputo esprimere con forza e fermezza le Sue idee e i suoi principi, La ammiro per come si esprime e per quello che riesce a comunicare, ma non credo che i suoi sforzi potranno migliorare una Regione irrecuperabile che ha costretto interi nuclei famigliari ad allontanarsi per sempre.Maddalena


6 Ottobre 2012 / autore: redazione

Post: Ercolano diretta streaming e tv

Oggi alle 18 al MAV di Ercolano prende il via la campagna elettorale di Nichi per le primarie del centrosinistra. Potete seguire la diretta streaming su nichivendola.it Molto probabilmente l'evento sarà trasmesso in diretta da Sky, Rai News24, Telenorba e TgCom24.

Il codice di embedding dello streaming è:

embed code


5 Ottobre 2012 / autore: Nichi

Post: Studenti

Gli studenti che oggi hanno manifestato contro i tagli all’istruzione raccontano di un disagio diffuso che riguarda il futuro degli Istituti di formazione, strettamente connesso al lavoro quindi al destino del nostro Paese. [...]Continua >

5 Ottobre 2012 / autore: Nichi

Post: Insieme possiamo vincere

Ho inviato una lettera alle giovani donne e ai giovani uomini di FalloAncheTu, che nei giorni scorsi hanno lanciato un appello in sostegno della mia candidatura. Potete leggere il mio messaggio anche qui. Invadiamo il campo della politica, insieme possiamo vincere. [...]Continua >


4 Ottobre 2012 / autore: Nichi

Post: In un Paese civile…

Le parole con le quali la Cassazione spiega perché, il 5 luglio scorso, confermò le condanne agli ex funzionari di polizia colpevoli della mattanza alla Diaz, riescono a restituire giustizia e verità a una delle pagine più buie della storia del nostro Paese. [...]Continua >


4 Ottobre 2012 / autore: redazione

Post: Chi specula paghi!

Nichi Vendola ha firmato l'appello promosso da l'Unità per l'introduzione in Europa della Tobin Tax. Ecco la sua lettera apparsa oggi sul quotidiano fondato da Antonio Gramsci:
Cari amici e care amiche de l'Unità, 
aderisco all'appello lanciato dal giornale affinché il governo italiano porti una posizione a favore dell'introduzione della Tobin Tax nel prossimo vertice europeo
. [...]Continua >