nichivendola - 2013

BLOG

Post: Con gli studenti

Autore: Nichi

Oggi, 17 novembre, è la giornata internazionale di mobilitazione studentesca. E per il nostro paese, per gli studenti e per i lavoratori della conoscenza, questo 17 novembre ha il sapore della beffa, perché capita in un momento cruciale per il futuro della formazione pubblica, vista la pesante azione di smantellamento cui è sottoposta dal governo Berlusconi.
Come non fosse bastata la legge 133 del 2008, la riforma epocale che ha scientemente operato con la mannaia su un corpo già duramente intaccato, come è quello della scuola pubblica, Tremonti e Gelmini continuano nella loro opera di marginalizzazione del sapere pubblico, relegando gli istituti di formazione e di ricerca a fabbriche di precarietà.

La legge di stabilità economica del governo è l’ennesima occasione persa, perché, come sollecitato dal Presidente Napolitano, avrebbe potuto fare delle scelte chiare e decisive sul futuro del nostro paese e avrebbe dovuto restituire alla formazione e alla cultura tutto quello che le è stato sottratto in questi anni. Così non è stato, dato che gli 800 milioni promessi da Tremonti per l’università e la ricerca, non cancellano il taglio di un miliardo e mezzo del 2008, e sono ben poca cosa, se consideriamo che servirebbero almeno quattro miliardi di investimenti l’anno per adeguare l’Italia alla media di investimento in università e ricerca degli altri paesi europei. E’ stata confermata anche la decurtazione di 95 milioni di euro per gli istituti di ricerca.

Giocano con il futuro del nostro paese, del nostro modello di sviluppo e con le aspettative di giovani donne e uomini, come fossero al casinò, costringendo al “rischia tutto” una generazione che già vive l’incubo della precarietà e che ha ben compreso che la deriva della scuola e dell’università non sono effetto collaterali della crisi economica; sono piuttosto frutto di un disegno organico che apre alla gerarchizzazione della società e alla precarizzazione della didattica. E a tutto questo si ribellano.

Per questo oggi più di 200 mila studenti hanno partecipato ad iniziative sparse su tutto il territorio, per ribadire che la cultura e la formazione sono beni comuni, non disponibili e non in vendita; questo 17 novembre è una buona occasione per dire chiaramente che la cultura e la formazione sono gli alberi maestri sui quali innestare il futuro di un’Italia migliore.


6 Ottobre 2012 / autore: redazione

Post: Ercolano diretta streaming e tv

Oggi alle 18 al MAV di Ercolano prende il via la campagna elettorale di Nichi per le primarie del centrosinistra. Potete seguire la diretta streaming su nichivendola.it Molto probabilmente l'evento sarà trasmesso in diretta da Sky, Rai News24, Telenorba e TgCom24.

Il codice di embedding dello streaming è:

embed code


5 Ottobre 2012 / autore: Nichi

Post: Studenti

Gli studenti che oggi hanno manifestato contro i tagli all’istruzione raccontano di un disagio diffuso che riguarda il futuro degli Istituti di formazione, strettamente connesso al lavoro quindi al destino del nostro Paese. [...]Continua >

5 Ottobre 2012 / autore: Nichi

Post: Insieme possiamo vincere

Ho inviato una lettera alle giovani donne e ai giovani uomini di FalloAncheTu, che nei giorni scorsi hanno lanciato un appello in sostegno della mia candidatura. Potete leggere il mio messaggio anche qui. Invadiamo il campo della politica, insieme possiamo vincere. [...]Continua >


4 Ottobre 2012 / autore: Nichi

Post: In un Paese civile…

Le parole con le quali la Cassazione spiega perché, il 5 luglio scorso, confermò le condanne agli ex funzionari di polizia colpevoli della mattanza alla Diaz, riescono a restituire giustizia e verità a una delle pagine più buie della storia del nostro Paese. [...]Continua >


4 Ottobre 2012 / autore: redazione

Post: Chi specula paghi!

Nichi Vendola ha firmato l'appello promosso da l'Unità per l'introduzione in Europa della Tobin Tax. Ecco la sua lettera apparsa oggi sul quotidiano fondato da Antonio Gramsci:
Cari amici e care amiche de l'Unità, 
aderisco all'appello lanciato dal giornale affinché il governo italiano porti una posizione a favore dell'introduzione della Tobin Tax nel prossimo vertice europeo
. [...]Continua >