nichivendola - 2013

BLOG

Post: Difendiamo l’istruzione pubblica e di qualità

Autore: Nichi

Stamattina sono scesi in piazza 300 mila studenti medi e universitari in tutte le piazze italiane, accompagnati dallo sciopero dei lavoratori della conoscenza. Studenti e lavoratori insieme nella mobilitazione, da mesi, per rivendicare il diritto a una istruzione pubblica e di qualità; per rivendicare la possibilità di un futuro senza precarietà, con al centro la ricerca e la formazione.

La manifestazione di oggi è la risposta popolare a quello che accadrà giovedì prossimo. Il 14 ottobre infatti, approda in votazione alla Camera il DdL Gelmini sull’Università: avrebbe potuto essere una data importante per il sistema della ricerca e dell’istruzione pubbliche in Italia. Sarà sicuramente un disastro.

Quella che era stata presentata con grande enfasi come una riforma epocale si è risolta in una contrattazione al vertice che si spaccia per processo riformatore antibaronale. L’imponente mobilitazione dei ricercatori e delle ricercatrici sta squarciando in queste ore il velo di retorica di cui si è ammantata la propaganda di regime. E sta svelando limpidamente i limiti strutturali di questo provvedimento legislativo. L’intero percorso del DdL non ha mai contemplato, pur sbandierandolo, un confronto reale e autenticamente democratico, con tutte le componenti del sistema universitario (studenti, ricercatori, precari della ricerca,tecnico-amministrativi), perché lo smantellamento di quel sistema doveva essere deciso solo da coloro che potevano trarne vantaggio.

La maggioranza sembra recepire ora, in extremis, e solo spinta dall’urgenza delle proteste, qualche input che viene dalla base in mobilitazione, e baratta con qualche concessione corporativa la spinta più autenticamente innovatrice che viene da quel movimento.

Quello che i ricercatori e le ricercatrici suggeriscono, insieme ad altri soggetti che si rivoltano contro l’annichilimento dell’Università pubblica, è un ripensamento complessivo della struttura rigidamente gerarchizzata e verticistica che da sempre caratterizza l’Università; quello che immaginano per il loro e per il nostro futuro è un’idea di Università come comunità di studiosi e di studiose con pari dignità e diritti, che abbia al centro gli studenti, e che sia il perno di processi di innovazione democratici e laici ugualmente eccellenti su tutto il territorio del paese, mentre la riforma in discussione ne fa un’ulteriore leva per la divisione dell’Italia tra nord e sud.

Ai deputati dell’opposizione resta l’opportunità di non lasciar cadere nel nulla l’impegno generoso di questa mobilitazione, e mi auguro che di questo settore così importante non si faccia in Parlamento merce di scambio per tornaconti elettorali. E’ in gioco il futuro del nostro paese.


6 Ottobre 2012 / autore: redazione

Post: Ercolano diretta streaming e tv

Oggi alle 18 al MAV di Ercolano prende il via la campagna elettorale di Nichi per le primarie del centrosinistra. Potete seguire la diretta streaming su nichivendola.it Molto probabilmente l'evento sarà trasmesso in diretta da Sky, Rai News24, Telenorba e TgCom24.

Il codice di embedding dello streaming è:

embed code


5 Ottobre 2012 / autore: Nichi

Post: Studenti

Gli studenti che oggi hanno manifestato contro i tagli all’istruzione raccontano di un disagio diffuso che riguarda il futuro degli Istituti di formazione, strettamente connesso al lavoro quindi al destino del nostro Paese. [...]Continua >

5 Ottobre 2012 / autore: Nichi

Post: Insieme possiamo vincere

Ho inviato una lettera alle giovani donne e ai giovani uomini di FalloAncheTu, che nei giorni scorsi hanno lanciato un appello in sostegno della mia candidatura. Potete leggere il mio messaggio anche qui. Invadiamo il campo della politica, insieme possiamo vincere. [...]Continua >


4 Ottobre 2012 / autore: Nichi

Post: In un Paese civile…

Le parole con le quali la Cassazione spiega perché, il 5 luglio scorso, confermò le condanne agli ex funzionari di polizia colpevoli della mattanza alla Diaz, riescono a restituire giustizia e verità a una delle pagine più buie della storia del nostro Paese. [...]Continua >


4 Ottobre 2012 / autore: redazione

Post: Chi specula paghi!

Nichi Vendola ha firmato l'appello promosso da l'Unità per l'introduzione in Europa della Tobin Tax. Ecco la sua lettera apparsa oggi sul quotidiano fondato da Antonio Gramsci:
Cari amici e care amiche de l'Unità, 
aderisco all'appello lanciato dal giornale affinché il governo italiano porti una posizione a favore dell'introduzione della Tobin Tax nel prossimo vertice europeo
. [...]Continua >


SOSTIENI

Sostieni il sogno.



ISCRIVITI ALLA
NEWSLETTER

Inserisci il tuo indirizzo email

CONTATTI

Ci trovi così