nichivendola - 2013

BLOG

Articolo: Immagino un grande cantiere…

Autore: redazione

‘Governo di scopo per la patrimoniale, transizione di pochi mesi, poi si vada alle urne’ questo uno dei passaggi salienti dell’intervista a Nichi - a cura di Daria Gorogisky pubblicata sul Corsera di oggi - che rispetto alla futura coalizione di centrosinistra dice ‘immagino un grande cantiere aperto non solo alle forze politiche che vogliono salvare e rilanciare il Paese, ma anche a soggetti sociali che criticano il berlusconismo’.ROMA — “A questo punto serve un “governo di scopo” per varare una patrimoniale pesante utile non soltanto come risorsa per il debito, ma anche per la crescita dell’economia”. Anche Nichi Vendola, presidente della Regione Puglia e leader di Sinistra, ecologia e liberta’, guarderebbe con favore a un esecutivo di transizione. Certo, con tanti se e tanti ma; e con l’idea di “arrivare poi in pochi mesi, per la primavera, a elezioni anticipate”. Ma tant’e’.
E’ stato un sostenitore delle “elezioni subito”. Ancora giovedi’ dichiarava che “non ci sono le condizioni per un governo tecnico”, e che sarebbe solo “una foglia di fico”.
“Bisogna aggredire il problema italiano che, come e’ ormai evidente anche a livello internazionale, e’ rappresentato da un altissimo debito e una bassissima crescita. E vanno affrontati entrambi i lati del problema. I tagli alle tutele, ai servizi e al reddito dei ceti medi e bassi fin qui prospettati e messi in atto non rappresentano una soluzione, ma, al contrario, sono un moltiplicatore della crisi. Oggi sono centrali la battaglia per l’equita’  sociale e quella per salvare l’Italia”.
Con quale ricetta?
“Sono necessari interventi significativi per abbattere il deficit e ridurre le quote di debito. Ma, contemporaneamente, va sviluppata la crescita. Come dicevo, la ricetta e’ una patrimoniale pesante. Ma non quella che gia’  c’e', cioe’ quella che Berlusconi ha imposto ai ceti medio bassi…”
Nessun altro provvedimento?
“Sì: una importante tassazione delle rendite e tagli alle spese militari. Punto”.
Quanto crede che siano condivise queste soluzioni?
“Credo che saranno la bussola del nuovo Ulivo. E del resto, che cosa si dovrebbe appoggiare, la politica economica del centrodestra, la loro macelleria sociale? Per quattro anni la maggioranza ha nascosto la crisi, l’ha negata. Ci dicevano che era disfattismo… Ed eccoci a una crisi che non e’ un evento meteorologico imprevedibile, ma che e’  figlia della redistribuzione verso l’alto delle ricchezze: la crescita della rendita e l’impoverimento del reddito da lavoro”.
Napolitano, dalla Puglia, ha invitato tutti a “un esame di coscienza collettivo”. Si sente coinvolto?
“Il presidente della Repubblica rappresenta un faro e le sue parole vanno sempre ascoltate. Io, che incarno uno dei punti piu’ lontani dal governo attuale e dal berlusconismo, sono anche l’esperienza incarnata del lavoro comune con alcune parti della maggioranza. In Puglia, per difendere il Sud ho stretto un patto molto forte con il ministro degli Affari regionali Fitto. Non si puo’ vivere come se si fosse sempre in campagna elettorale. Sento la mia parte di responsabilita’ per contribuire a costruire il senso delle istituzioni e il rilancio del Paese”.
La patrimoniale piace anche a Confindustria.
“Si e va bene, purche’ non sia solo un sacrificio simbolico”.
Chi vedrebbe a guidare questa fase transitoria, questo “governo di scopo”?
“Nomi? A me interessano i temi, e credo che quelli necessari a sanare la crisi siano contro natura per questo Parlamento”.
Come immagina una vostra futura coalizione per l’alternativa di governo?
“Immagino un grande cantiere aperto non solo alle forze politiche che vogliono salvare e rilanciare il Paese, ma anche a soggetti sociali che criticano il berlusconismo. La politica non si esaurisce con i partiti, ne’ con l’alleanzismo costruito nel teatrino”.
In materia di tutele sociali e lavoro, si vede bene in un’alleanza con Matteo Renzi e Giorgio Gori?
“Dobbiamo imparare la convivenza tra differenti, e soprattutto essere in grado di ascoltarci reciprocamente. Pero’, per quello che anche con simpatia iniziale ho ascoltato nel discorso di Renzi, scorgo una continuita’ con gli errori più fatali che la sinistra ha commesso negli ultimi trent’anni. E non ho trovato nessuna analisi delle cause del berlusconismo, ne’ alcuna soluzione per uscirne. La contrapposizione nonni/nipoti e’ una mistificazione. Quello che oggi serve al Paese e’ ricostruire la comunita’ di tutte le generazioni: non con la formula vecchi/giovani, ma con quella ricchezza/poverta’”.
Somiglia a qualcosa di antico…
“Dobbiamo passare dalla sbornia consumistica alla sobrieta’. Voglio usare una parola religiosa: serve una conversione dell’economia”.


6 Ottobre 2012 / autore: redazione

Post: Ercolano diretta streaming e tv

Oggi alle 18 al MAV di Ercolano prende il via la campagna elettorale di Nichi per le primarie del centrosinistra. Potete seguire la diretta streaming su nichivendola.it Molto probabilmente l'evento sarà trasmesso in diretta da Sky, Rai News24, Telenorba e TgCom24.

Il codice di embedding dello streaming è:

embed code


5 Ottobre 2012 / autore: Nichi

Post: Studenti

Gli studenti che oggi hanno manifestato contro i tagli all’istruzione raccontano di un disagio diffuso che riguarda il futuro degli Istituti di formazione, strettamente connesso al lavoro quindi al destino del nostro Paese. [...]Continua >

5 Ottobre 2012 / autore: Nichi

Post: Insieme possiamo vincere

Ho inviato una lettera alle giovani donne e ai giovani uomini di FalloAncheTu, che nei giorni scorsi hanno lanciato un appello in sostegno della mia candidatura. Potete leggere il mio messaggio anche qui. Invadiamo il campo della politica, insieme possiamo vincere. [...]Continua >


4 Ottobre 2012 / autore: Nichi

Post: In un Paese civile…

Le parole con le quali la Cassazione spiega perché, il 5 luglio scorso, confermò le condanne agli ex funzionari di polizia colpevoli della mattanza alla Diaz, riescono a restituire giustizia e verità a una delle pagine più buie della storia del nostro Paese. [...]Continua >


4 Ottobre 2012 / autore: redazione

Post: Chi specula paghi!

Nichi Vendola ha firmato l'appello promosso da l'Unità per l'introduzione in Europa della Tobin Tax. Ecco la sua lettera apparsa oggi sul quotidiano fondato da Antonio Gramsci:
Cari amici e care amiche de l'Unità, 
aderisco all'appello lanciato dal giornale affinché il governo italiano porti una posizione a favore dell'introduzione della Tobin Tax nel prossimo vertice europeo
. [...]Continua >


SOSTIENI

Sostieni il sogno.



ISCRIVITI ALLA
NEWSLETTER

Inserisci il tuo indirizzo email

CONTATTI

Ci trovi così