nichivendola - 2013

BLOG

Post: La Puglia per l’open source

Autore: Nichi

La Giunta Regionale pugliese ha avviato la riconversione della Pubblica Amministrazione regionale e locale verso l’open source, il software non asservito a licenze commerciali e aperto allo sviluppo collettivo.
Ha varato lo Schema di Legge sulle “Norme in materia di pluralismo informatico, nell’adozione e la diffusione del Free Libre Open Source Software e Open Hardware e nella portabilità dei documenti nella Pubblica Amministrazione Regionale e Locale” che sarà portato all’attenzione del partenariato socio-economico e dell’associazionismo impegnato nella promozione del software libero nella Pubblica Amministrazione.
Come Presidente di una Regione sento il dovere e la responsabilità di scegliere, per lo sviluppo tecnologico della mia amministrazione e degli enti locali della Puglia, le opzioni più sicure, convenienti e aperte. Opzioni capaci di garantire servizi di qualità ai cittadini pugliesi, di generare nuova e buona occupazione e di non vincolare le scelte degli amministratori pubblici ad uno standard proprietario. Per questo la Regione Puglia ha scelto il software libero. È una scelta impegnativa e non ci basta la petizione di principio: vogliamo sostanziarla con atti concreti e investimenti mirati. Vogliamo realizzarlo col concorso di quell’immenso movimento che in Italia ha consentito non solo risparmi, ma anche efficienza, sicurezza, qualità.
Tutto ciò per me, per quello che è il mio sentire, significa “neutralità”. O forse sarebbe più giusto dire “pluralismo”.
Ho l’onore di amministrare una Regione che vuole trasformare uno storico ritardo in un’opportunità per compiere un balzo, vero e diffuso, verso il futuro. Realizzare questa strategia in modo “plurale” significa discutere con tutti senza timori e pregiudizi. Significa moltiplicare, invece che ridurre, le occasioni di cooperazione. Significa considerare anche le grandi imprese una risorsa potenziale per il territorio, a patto che la bussola sia fermamente orientata alla difesa del bene comune e all’abbattimento del digital divide.
Per realizzare tutto ciò - per superare gli ostacoli, evitare che si consolidino vecchie e nuove rendite generate dagli interessi di parte - abbiamo bisogno della collaborazione di tanti. Abbiamo bisogno anche di chi, con competenza e passione, ci rammenta i rischi che corriamo e sottolinea gli effetti nefasti generati da alcune politiche industriali troppo sensibili agli interessi di pochi a danno dei molti.
Ritengo che una strada percorribile sia non la censura preventiva ma la gestione aperta dei processi. Perché molte intelligenze funzionano sempre meglio di una sola.
Per questo ci impegniamo, con convinzione, ad una gestione trasparente e aperta delle politiche regionali in materia di ICT.

Ecco il Ddl sull’open source


6 Ottobre 2012 / autore: redazione

Post: Ercolano diretta streaming e tv

Oggi alle 18 al MAV di Ercolano prende il via la campagna elettorale di Nichi per le primarie del centrosinistra. Potete seguire la diretta streaming su nichivendola.it Molto probabilmente l'evento sarà trasmesso in diretta da Sky, Rai News24, Telenorba e TgCom24.

Il codice di embedding dello streaming è:

embed code


5 Ottobre 2012 / autore: Nichi

Post: Studenti

Gli studenti che oggi hanno manifestato contro i tagli all’istruzione raccontano di un disagio diffuso che riguarda il futuro degli Istituti di formazione, strettamente connesso al lavoro quindi al destino del nostro Paese. [...]Continua >

5 Ottobre 2012 / autore: Nichi

Post: Insieme possiamo vincere

Ho inviato una lettera alle giovani donne e ai giovani uomini di FalloAncheTu, che nei giorni scorsi hanno lanciato un appello in sostegno della mia candidatura. Potete leggere il mio messaggio anche qui. Invadiamo il campo della politica, insieme possiamo vincere. [...]Continua >


4 Ottobre 2012 / autore: Nichi

Post: In un Paese civile…

Le parole con le quali la Cassazione spiega perché, il 5 luglio scorso, confermò le condanne agli ex funzionari di polizia colpevoli della mattanza alla Diaz, riescono a restituire giustizia e verità a una delle pagine più buie della storia del nostro Paese. [...]Continua >


4 Ottobre 2012 / autore: redazione

Post: Chi specula paghi!

Nichi Vendola ha firmato l'appello promosso da l'Unità per l'introduzione in Europa della Tobin Tax. Ecco la sua lettera apparsa oggi sul quotidiano fondato da Antonio Gramsci:
Cari amici e care amiche de l'Unità, 
aderisco all'appello lanciato dal giornale affinché il governo italiano porti una posizione a favore dell'introduzione della Tobin Tax nel prossimo vertice europeo
. [...]Continua >