nichivendola - 2013

BLOG

Post: Nichi scrive al Guardian

Autore: redazione

All’indomani della manifestazione “Se non ora, quando?” di domenica scorsa, che ha visto sfilare nelle piazze una Italia che non si rassegna, Nichi ha scritto una lettera di riflessioni al The Guardian.

Ecco il link alla lettera in inglese.

Di seguito il testo della lettera tradotta in italiano.

“Domenica scorsa gli Italiani sono scesi in piazza per difendere la dignità delle donne da quel mix volgare di sessimo e di machismo esemplificato dalle parole e dalle azioni non solo del loro Primo Ministro Silvio Berlusconi, ma anche da quella filosofia pervasiva e contagiosa che è il  berlusconismo. Sono fiero di essere stato anch’io tra le donne e gli uomini che hanno dimostrato di aver compreso quanto la lotta contro l’archetipo dell’onnipotenza maschile impersonato da Berlusconi sia un atto politico.
C’è un’Italia migliore di quella che immaginano gli osservatori stranieri, meravigliati della popolarità e della resistenza di Berlusconi, nonostante i molteplici scandali sessuali. E’ l’Italia che non è mai stata sedotta da lui.

Oggi il Primo Ministro è accusato di  aver usato prostitute minorenni, e di aver abusato del suo potere per coprire questo crimine. Mentre lo spettacolo della sua depravazione privata si dispiega nei media, lui non si pente. Anzi, insulta i magistrati che stanno investigando lui e il suo entourage. I suoi alleati politici lo difendono in modo risoluto, e sostengono che gli investigatori stanno violentando  la privacy del Primo Ministro.

Non si tratta solo di sesso. Tutto questo è un’altra indicazione di ciò che Berlusconi e una buona parte della classe politica italiana di destra, pensano delle donne  e della legge. Nella filosofia della vita promossa dal berlusconismo, entrambi sono stati reificati come proprietà privata di coloro che hanno soldi e potere.

Il berlusconismo è una piaga della società italiana. Invece della solidarietà, propone un falso individualismo. Invece dell’etica del lavoro e della professionalità, dice ai giovani che posso arricchirsi velocemente usando la furbizia, la frode e il proprio corpo. Il vero scandalo è che un’intera generazione per immaginare il proprio futuro ha solo il modello di degenerazione morale dei leader attuali.
Berlusconi e i suoi alleati si definiscono liberali, ma questo termine ha bisogno di essere tradotto per voi lettori. Nel linguaggio del berlusconismo, essere liberali significa che le elite politiche si appropriano della ricchezza pubblica italiana per farne un uso privato.Ciò che non possono usare, lo lasciano marcire. Napoli, una delle nostre più belle città, con tremila anni di storia, è alle corde. E la ricostruzione di Haiti sta probabilmente procedendo più velocemente di quella dell’Aquila, una città medievale molto danneggiata dal terremoto di due anni fa.

Ci si meraviglia che Berlusconi e i suoi ministri economici siano stati colti di sorpresa dall‘annuncio che la FIAT  avrebbe spostato il proprio quartier generale negli Stati Uniti? Il motivo è che non hanno una politica per l’industria Italiana, che vive un periodo di stagnazione, perché non hanno fatto dell’occupazione una priorità.
Sergio Marchionne, il CEO della FIAT, ha obbligato i suoi lavoratori a fare delle concessioni importanti, minacciando di portare gli investimenti altrove. Io sono stato dalle parte dei sindacati metalmeccanici che hanno rifiutato le sue proposte non perché mi opponessi a negoziare con Marchionne, ma  perché avevo compreso che il suo obiettivo era solo tattico, senza  un piano di sviluppo di lungo termine per l’Italia. Oggi Marchionne dimostra che avevamo ragione noi e che il nostro paese non può perdere il suo datore di lavoro privato più importante.

Questo governo non è disastroso per l’Italia, lo è per il mondo. Siamo un paese chiave nel Mediterraneo e mai come ora siamo stati chiamati così urgentemente a giocare un ruolo in questa regione. Mentre la domanda di democrazia e giustizia che viene dalla Tunisia, l’Egitto e l’Albania è inarrestabile, l’Italia si trova dalla parte sbagliata della storia.
Berlusconi si è alleato non con i cittadini che chiedono più democrazia,  ma con l’unico dittatore della regione che finora non è stato intaccato dalla rivolta: il libico Muammar Gheddafi. Con Berlusconi premier, l’Unione Europea non può contare sull’Italia come leader di una politica estera innovatrice per affrontare la nuova realtà del Mediterraneo. Il nostro paese è ricco di energia creativa, ma le sue istituzioni dimostrano una grande povertà di idee in un momento storico importante. E’ il momento di cambiare direzione.

Come siamo arrivati a questo punto? La responsabilità è anche della sinistra. Siamo rimasti addormentati al volante  mentre Berlusconi e le sue televisioni trasformavano l’Italia. Oggi, importanti principi della nostra Costituzione progressista sono sotto attacco, dall’uguaglianza davanti alla legge alla  libertà di espressione e alla responsabilità sociale dell’impresa.
Questa è la ragione per la quale non basta rinnovare la sinistra mettendo assieme radicali e riformisti, pronti a fare compromessi sulle idee programmatiche con la destra per paura di spaventare il centro. Pensare che questo tipo di realpolitik ci faccia vincere le elezioni è una illusione sbagliata.

La sinistra italiana ha bisogno di offrire una narrazione alternativa al berlusconismo. Ciò significa due cose: un programma politico credibile, che affronti  le questioni della moralità, del lavoro, dell’immigrazione, e dell’economia sostenibile; e una nuova leadership.  Discutiamo cosa vogliamo per l’Italia. E scegliamo il leader che meglio  interpreti i desideri degli Italiani, che  sono molto più elevati della volgarità offerta dai loro attuali governanti. Io sono pronto a questa sfida.”


6 Ottobre 2012 / autore: redazione

Post: Ercolano diretta streaming e tv

Oggi alle 18 al MAV di Ercolano prende il via la campagna elettorale di Nichi per le primarie del centrosinistra. Potete seguire la diretta streaming su nichivendola.it Molto probabilmente l'evento sarà trasmesso in diretta da Sky, Rai News24, Telenorba e TgCom24.

Il codice di embedding dello streaming è:

embed code


5 Ottobre 2012 / autore: Nichi

Post: Studenti

Gli studenti che oggi hanno manifestato contro i tagli all’istruzione raccontano di un disagio diffuso che riguarda il futuro degli Istituti di formazione, strettamente connesso al lavoro quindi al destino del nostro Paese. [...]Continua >

5 Ottobre 2012 / autore: Nichi

Post: Insieme possiamo vincere

Ho inviato una lettera alle giovani donne e ai giovani uomini di FalloAncheTu, che nei giorni scorsi hanno lanciato un appello in sostegno della mia candidatura. Potete leggere il mio messaggio anche qui. Invadiamo il campo della politica, insieme possiamo vincere. [...]Continua >


4 Ottobre 2012 / autore: Nichi

Post: In un Paese civile…

Le parole con le quali la Cassazione spiega perché, il 5 luglio scorso, confermò le condanne agli ex funzionari di polizia colpevoli della mattanza alla Diaz, riescono a restituire giustizia e verità a una delle pagine più buie della storia del nostro Paese. [...]Continua >


4 Ottobre 2012 / autore: redazione

Post: Chi specula paghi!

Nichi Vendola ha firmato l'appello promosso da l'Unità per l'introduzione in Europa della Tobin Tax. Ecco la sua lettera apparsa oggi sul quotidiano fondato da Antonio Gramsci:
Cari amici e care amiche de l'Unità, 
aderisco all'appello lanciato dal giornale affinché il governo italiano porti una posizione a favore dell'introduzione della Tobin Tax nel prossimo vertice europeo
. [...]Continua >


SOSTIENI

Sostieni il sogno.



ISCRIVITI ALLA
NEWSLETTER

Inserisci il tuo indirizzo email

CONTATTI

Ci trovi così